La Fontana dei Cani

Notizie storiche e curiosità architettoniche a cura di S.Luzi

dal 12/11/2017 al 19/11/2017

Dove:
Cosa:
Quando:

Nel 1823 il nobile Filippo Pancrazi Grassi rivolse un'istanza al gonfaloniere della città per ottenere la concessione dell'acqua di scarico: "... Precisamente, il predetto chiese la concessione con un oncia di denaro per attivare una fontana nello Spiazzo di San Cristoforo di rimpetto alla sua Casa ..."

Nell'istanza, Filippo Pancrazi Grassi s'impegnava a far preparare i disegni ed a realizzare la fontana a sue spese.
La richiesta della nobile famiglia ascolana, fu discussa per la prima volta nel consiglio comunale del 27 giugno 1823 e approvata il 23 settembre. Il 18 febbraio 1824 la decisione conciliare fu approvata dalla Congregazione romana del "Buon Governo". La realizzazione dell'opera avvenne nella primavera del 1824.

Secondo lo storico Riccardo Gabrielli fu l'architetto Ignazio Cantalamessa a realizzare l'opera. Nata col nome Fonte dei leoni attualmente è detta dei cani sebbene le sculture collocate sul fronte rappresentino due piccole leonesse, probabilmente recuperate dalla chiesa di Sant'Agostino e databili intorno al XIII secolo.
Col trascorrere del tempo l'originaria denominazione è stata trasformata poiché la vasca della fonte si trova ad una modesta altezza rispetto al piano stradale, caratteristica che facilita ed agevola i cani per abbeverarsi.

__________________

Scritto da Sara Luzi

 

(Nella foto di seguito: Il disegno inserito in un atto del 1824 dimostra l’errore di chi sostiene che i leoni furono inseriti alla fine del 1800)


CALENDARIO

Clicca un giorno della settimana in corso per vedere gli eventi in programma

Ultime News

  • Una su tre
    Teatro 

    Una su tre

    condividi
  • (H)eart(H)quakes
    libri 

    (H)eart(H)quakes

    condividi
  • Italia in Classe A
    architettura 

    Italia in Classe A

    condividi
  • Non senza fatiga, iscrizione o brano musicale di Girolamo Frescobaldi?
    Zoom Ascoli 

    Non senza fatiga, iscrizione o brano musicale di Girolamo Frescobaldi?

    condividi